Realizzare il Piano Nazionale AIDS dopo COVID 19: cosa è cambiato?

Trent’anni fa veniva promulgata la legge 135 che ha dato un impulso fondamentale nella lotta all’AIDS nel nostro Paese. A distanza di 27 anni, in un quadro profondamente mutato da un punto di vista clinico ed epidemiologico, è stato elaborato il Piano Nazionale AIDS che ha definito interventi ed obiettivi in tema di prevenzione, controllo e cura dell’infezione da HIV che potessero mettere il nostro Paese all’interno di un percorso di eliminazione di HIV come problema di sanità pubblica.

All’interno di un servizio sanitario con importanti differenze regionali come quello italiano, il percorso che il Piano intendeva promuovere ha preso le mosse da diversi punti di partenza e si è avviato con modalità diverse nelle varie regioni. E queste diversità sono state fotografate da un’indagine nazionale condotta da CERGAS SDA Bocconi in collaborazione con SIMIT nella seconda metà del 2019.

La diffusione epidemica di COVID 19 nel nostro Paese ha avuto un impatto profondo sul Sistema Sanitario Italiano ed oggi ci si chiede se, anche nel campo dell’infezione da HIV, dobbiamo semplicemente ripartire da dove ci eravamo fermati nello sviluppo delle attività previste dal Piano Nazionale AIDS o se possiamo pensare, sulla base dell’esperienza di questi mesi, a nuovi modelli di interventi. Questo incontro si propone di rispondere a questa domanda attraverso il contributo di tutti i diversi stakeholders coinvolti.

Accedi al webinar

Segreteria Scientifica e Organizzativa

Effetti srl
Via G.B. Giorgini, 16 - 20151 Milano
Tel. 02 3343281 - Fax 02 33496370
Rif. Francesco Romeo - E-mail: francesco.romeo@effetti.it

×

Password dimenticata

Indirizzo email non valido

Password forgot

Inserisca il tuo indirizzo email per ricevere un messaggio email con il link per effettuare il reset della password.

Con la sponsorizzazione di

×